Contenuto Principale
Reti intelligenti: Europa e Usa mettono a confronto i propri progetti per condividerne i risultati e tracciare gli sviluppi futuri Stampa E-mail
Innovazione e nuove tecnologie
 
07 Dicembre 2012
 

smart grid  Jrc

Trovare un terreno comune di valutazione allo scopo di facilitare il dialogo tra gli esperti delle due sponde dell’Atlantico e di promuovere le migliori pratiche, favorendo l’interoperabilità.

 

È con queste motivazioni che il Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea e il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti hanno pubblicato una relazione congiunta (“Assessing Smart Grid Benefits and Impacts”) che mette a confronto le iniziative condotte nell’Unione Europea e negli Stati Uniti sulla valutazione degli impatti e dei progressi in materia di reti intelligenti.

 

Attraverso questo studio vengono comparate le stesse definizioni con cui si sta procedendo nella configurazione del quadro concettuale delle smart grid e vengono inoltre effettuate una mappatura ed una classificazione dei progetti in corso con conseguente valutazione dei lori impatti sulla base di indicatori di performance e di analisi costi-benefici per la condivisione e la diffusione dei risultati ottenuti.

 

Le iniziative per le reti intelligenti sono aumentate significativamente in Europa e negli Stati Uniti nel corso degli ultimi anni ed hanno già mobilitato ingenti flussi di investimento, provenienti sia dal settore pubblico che da quello privato. La valutazione dell’impatto di questi progetti e la condivisione dei risultati conseguiti si pone pertanto, allo stato dell’arte, come un’esigenza prioritaria per proseguire il cammino intrapreso, sbloccare le potenzialità di investimento ed aiutare gli stessi consumatori a diventare soggetti attivi nella transizione verso sistemi elettrici intelligenti.

 

La collaborazione attuata dai due organismi si svolge nel quadro del dialogo dell’Energy Council Ue-Usa che ha lo scopo di esplorare le possibilità di cooperazione tra le due sponde dell’Atlantico sulle questioni energetiche strategiche e di rafforzare la collaborazione scientifica sulla diffusione delle tecnologie a basse emissioni di carbonio.

Commenti

Autenticarsi per postare commenti o risposte.
 

I commenti dei visitatori

Gianluca:
ARTICOLO MENZOGNERO.
Come tu...

Ass. Intercomunale Lucania:
Il solare termodinamico, molto spes...
Valter:
Entro il 2020, come è riportato ne...
 


Cloud