Contenuto Principale
Rapporto ExxonMobil: i consumi elettrici cresceranno del 50% nel 2040 e avranno il gas come principale protagonista del mix mondiale Stampa E-mail
Consumi energetici
 
17 Dicembre 2012
 

report Exxon

Nel 2040 la domanda di energia sarà di circa il 35% superiore rispetto al 2010 e l’aumento interesserà soprattutto i Paesi non-Ocse che, sotto la spinta della crescita demografica ed economica, faranno segnare nel loro insieme un incremento del 65% della domanda energetica.

 

In particolare, sarà la richiesta di energia per la produzione di elettricità a costituire la maggiore componente della domanda energetica globale . Nel 2040 risulterà superiore del 50% rispetto ad oggi ed anche in questo caso la domanda mondiale sarà trainata dai consumi dei Paesi non-Ocse (+85% rispetto al 2010), dove ancora oggi  1,3 miliardi di persone non hanno accesso all'elettricità.

 

Sono queste, in sintesi, le previsioni formulate nel rapporto annuale di ExxonMobil (“The Outlook for Energy: a View to 2040”) che continuano ad assegnare al petrolio il primato della fonte più utilizzata. Nel 2040 petrolio e gas – si legge nel rapporto - copriranno insieme ancora il 60%  della domanda mondiale. Tra le fonti fossili, tuttavia, si verificherà un avvicendamento importante intorno al 2025 quando il gas naturale supererà il carbone, andandosi a posizionare come seconda fonte di energia a livello mondiale.

 

Con il graduale passaggio dal carbone a combustibili a più basso contenuto di carbonio per la produzione di energia elettrica, il gas, il nucleare e le fonti rinnovabili aumenteranno la propria quota nel mix energetico globale. In particolare – si afferma – crescerà la quota del gas. Da un contributo attuale pari al 25%, nel 2040 la quota del gas si porterà al 30% nella generazione elettrica mondiale.

 

Il rapporto di ExxonMobil evidenzia l'importanza del ruolo che sarà volto dall'efficienza energetica nel contribuire a bilanciare la domanda di energia e la crescita economica. Pratiche e tecnologie volte al risparmio energetico, come i veicoli ibridi e le centrali elettriche ad alta efficienza a gas naturale favoriranno – nei paesi Ocse – una crescita del PIL dell'80% senza che questo si traduca in un aumento del consumo energetico complessivo.

Commenti

Autenticarsi per postare commenti o risposte.
 

I commenti dei visitatori

Gianluca:
ARTICOLO MENZOGNERO.
Come tu...

Ass. Intercomunale Lucania:
Il solare termodinamico, molto spes...
Valter:
Entro il 2020, come è riportato ne...
 


Cloud