Salute

Le pale eoliche (non) nuocciono gravemente alla salute

Webmaster
| Categoria: Ambiente

Possibili disturbi del sonno, ma niente di più grave: pare che la salute non venga compromessa dall’azione delle pale eoliche. Lo afferma un’analisi del National Health and Medicine Research Council (Nhmrc) australiano: nella popolazione che vive nelle vicinanze di un parco eolico non è stata rilevata nessuna effettiva correlazione tra la produzione di energia eolica e disturbi di salute come l’ansia, la depressione, l’alterazione della circolazione sanguigna, le eventuali malattie cardiache e i problemi all’udito. I risultati dovrebbero tranquillizzare la popolazione che vive nelle vicinanze dei parchi eolici e che, anche a causa dei timori sugli impatti sanitari, ha spesso partecipato a iniziative di protesta del genere “nimby” (Not In My Back Yard).

La ricerca ha esaminato oltre 4000 studi pubblicati tra il 1981 e il 2012, solo 13 dei quali suggerivano una possibile relazione tra la presenza di parchi eolici e disturbi di salute. Sono state considerate le tre principali cause di eventuale disturbo: il rumore delle pale, le onde elettromagnetiche generate dalla produzione di elettricità e il cosiddetto shadow flicker (o effetto stroboscopico delle pale eoliche), cioè l’interruzione intermittente della luce solare provocata dal movimento delle pale, causa secondo alcuni di problemi di varia gravità, tra i quali l’epilessia.

In nessuno dei tre casi è stata individuata una significativa correlazione. Per quanto riguarda il rumore, la basse frequenze del movimento delle pale corrispondono a quelle di molti rumori naturali e frutto delle attività umane, innocui sul benessere sia fisico che mentale. Un livello innocuo di frequenze è stato riscontrato anche per le onde elettromagnetiche. Inoltre, nell’analisi dell’effetto stroboscopico delle pale sono emerse possibilità di disturbi estremamente basse. Il Nhmrc sottolinea però la necessità di ulteriori ricerche, dovuta alla mancanza di sufficiente bibliografia riguardo agli effetti delle pale sulla salute della popolazione che vive a meno di 1500 metri di distanza dai parchi eolici.

Pierpaolo de Flego

News correlate:

Pale eoliche rumorose? No, anzi: sono più silenziose di un battito del cuore. Un nuovo studio smentisce la “sindrome da turbine”

Quando gli ambientalisti contestano le energie rinnovabili: i paradossi dell’effetto nimby

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*