riciclo

Riciclo rifiuti: nel 2014 aumentano del 40% i comuni italiani ricicloni

Webmaster
| Categoria: Ambiente

Nel 2014, 8 Regioni italiane e 3.141 Comuni  (il 40% in più rispetto al 2013) hanno avviato a riciclo il 50% dei rifiuti prodotti.  Percentuale che rappresenta l’obiettivo fissato dalla Ue per il 2020 e raggiunto con sei anni di anticipo in queste aree.

Dunque una bella notizia questa,  contenuta nel 5° Rapporto Banca Dati Anci-Conai sulla Raccolta Differenziata e il Riciclo, appena presentato. La brutta notizia, invece, è che non si è ridotta la forbice tra le prestazioni delle regioni del  centro nord e quelle del sud, con l’eccezione dei buoni risultati della Campania.

Milano e Torino sono risultate tra le grandi città quelle più virtuose, mentre le regioni  che hanno raggiunto l’obiettivo sono state Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna e – appunto – l’Emilia Romagna. Lo hanno, invece, mancato per poco Val d’Aosta, Toscana, Umbria, Abruzzo e Campania, quest’ultima “danneggiata” dalle prestazioni relative alla città di  Napoli.

“E’ un dato straordinario – ha sottolineato Filippo Bernocchi,delegato Anci Politiche per l’energia e i rifiuti – la percentuale dei Comuni che in un solo anno hanno raggiunto l’obiettivo Ue è aumentata del 40% e quindi i dati che presentiamo oggi disegnano un’Italia a pieno titolo  dentro la circular economy. Continua la forbice tra centro e sud – prosegue – ma si inizia a vedere qualcosa. Però manca una visione della politica che sia organica dell’economia circolare. E’ importante conoscere le emergenze ma è fondamentale sapere comunque che l’Italia è un’eccellenza in materia di riciclo”.

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*