imballaggi

Recupero di imballaggi: risparmiati quasi 900 milioni di euro

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

In Italia, nel 2014,  8 rifiuti di imballaggi su 10 sono stati recuperati. Risparmiando così 891 milioni di euro e evitando il consumo  di 3,3 milioni di tonnellate di materie prime. Questi alcuni dei dati contenuti nel nuovo Rapporto di sostenibilità Conai aggiornato agli anni 2013 e 2014, nel quale il Consorzio Nazionale Imballaggi ha rendicontato la propria attività sulla base di tre livelli: organizzazione ( impatto derivato dalle proprie attività finali oltre che dai propri uffici e dipendenti); sistema di Consorzi (COMIECO, COREPLA, COREVE, CIAL, RILEGNO, RICREA); industria del riciclo (comprensivo dei dati relativi ai gestori indipendenti).

Gli 891 milioni di benefici diretti  derivanti dall’attività di recupero degli imballaggi  sono suddivisi in: valore della materia prima seconda generata (355 milioni); valore economico dell’energia prodotta (51 milioni); indotto economico generato dalla filiera (485 milioni). Una somma che risulta nettamente superiore ai costi totali sostenuti dal sistema di recupero e riciclo, stimati in 477 milioni di euro.

La quota imballaggi raccolta rispetto all’immesso al consumo è salita al 77,7%, per un totale di 9,2 milioni di tonnellate di materiali recuperati tra acciaio, plastica, carta, legno, alluminio e vetro. In aumento anche la quota di reimmissione nel ciclo produttivo (+3%) salita a 7,8 milioni di tonnellate di rifiuti di imballaggio.

Tra gli altri vantaggi anche il mancato utilizzo di 3,3 milioni di tonnellate di materie prime e la mancata emissione, relativa al solo 2014, di 3,5 milioni di tonnellate di CO2. Mentre in termini di energia primaria il risparmio è stato pari a 18 TWh.

Positivo anche l’impatto sull’occupazione, con 18 mila occupati nella sola gestione dei rifiuti di imballaggio: 59% nel settore della raccolta differenziata e 41% nei servizi di preparazione al riciclo. E considerando anche l’industria del riciclo gli addetti salgono a 37 mila.

 

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*