povertà nel mondo

Prosegue la lotta alla povertà nel mondo?

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

Papa Francesco ha indetto il Giubileo per combattere la povertà nel mondo, un problema molto sentito poiché circa 902 milioni di persone vivono in condizioni di estrema povertà.
Molti passi in avanti sono stati fatti e dal 1990 fino ad oggi gli indici di povertà estrema si sono ridotti di più della metà. Tuttavia, ancora oggi quasi il tredici percento della popolazione mondiale vive con meno di 1,25 dollari al giorno. Si tratta di circa quindici volte la popolazione italiana. Nel settembre 2015 i 193 Paesi membri dell’ONU hanno sottoscritto un programma d’azione che ingloba 17 importanti Obiettivi comuni da raggiungere entro il 2030. Il principale è la lotta alla povertà in tutte le sue forme.  

Un obiettivo comune per la povertà nel mondo

La povertà  non comporta solo fame e malnutrizione. Comporta anche accesso limitato all’istruzione e agli altri servizi di base, discriminazione ed esclusione sociale, mancanza di partecipazione nei processi decisionali. Si parla di obiettivo comune poiché nessuno ne è escluso. L’Agenda 2030 – entrata ufficialmente in vigore il 1 gennaio 2016 – è, in assoluto, il primo accordo che definisce un programma d’azione globale e universale nell’ambito delle Nazioni Unite. Tutti i Paesi del mondo e tutti gli individui devono impegnarsi nella costruzione di un futuro sostenibile. Il successo della missione dipenderà dalla volontà di ognuno ad informarsi e poi ad impegnarsi.

[Silvia Cirillo]

 

 

Leggi anche

Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Transforming our world: the 2030 Agenda for Sustainable Development

 

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*