Green jobs

I posti di lavoro “green” in Italia: un censimento

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

La cosiddetta “green economy” dà lavoro in Italia a 470.389 persone, distribuite in 48.136 imprese. I dati, relativi alla fine del 2014, sono stati presentati il 28 gennaio a Milano nel corso di un evento organizzato da Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Camera di commercio di Milano.

La provincia con più imprese nel settore “green” è Milano, con 3695. Seguono Roma (2724), Torino (1994), Bolzano (1455), Napoli (1279), Brescia (1212), Pistoia (1181) e Bergamo (1034).

Per quanto riguarda gli addetti, il primato spetta invece a Torino, con 67.792, seguita da Roma con 58.982. Solo terza Milano, con 35.361 addetti. Seguono Bologna (12.750), Brescia (10.312), Bolzano (10.245), Genova (10.089) e Napoli (10.035).

Nella definizione di lavori “green” sono stati annoverati settori come raccolta e depurazione delle acque di scarico, raccolta di rifiuti pericolosi e non pericolosi, trattamento e smaltimento di rifiuti pericolosi, riciclaggio di rifiuti, attività di rimozione di strutture ed elementi in amianto specializzata per l’edilizia, raccolta, trattamento e fornitura di acqua, raccolta e depurazione delle acque di scarico, riciclaggio di cascami, rottami metallici e materiale plastico, attività forestali, consulenze agrarie, commercio di elettricità da fonti rinnovabili, produzione di compost, servizi di progettazione di ingegneria integrata, lavori di isolamento termico, acustico o antivibrazioni, rigenerazione e ricostruzione di pneumatici, controllo di qualità e certificazione di prodotti, processi e sistemi, ricerca e sviluppo nel campo delle scienze naturali e dell’ingegneria, eccetera.

Sono incluse inoltre le imprese che contribuiscono allo sviluppo di tecnologie pulite in campi come la produzione di gas ed elettricità, la fabbricazione di autoveicoli, elettrodomestici, macchinari per ufficio, componenti elettroniche e meccaniche.

«La green economy può rappresentare un ruolo chiave per lo sviluppo del sistema Paese, contribuendo alla creazione di posti di lavoro. I dati lo confermano: il tasso di crescita delle nostre imprese che operano in questo settore è stato del 44,2% nel periodo 2009-2012, del 6,3% nel 2013 e il 24% delle aziende ha programmato di assumere figure professionali con specializzazione ambientale», ha commentato Claudia Maria Terzi, assessore ad Ambiente, energia e sviluppo sostenibile della regione Lombardia.

Paolo Gangemi

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*