pesca

Per quasi un miliardo di persone la vita dipende dalla pesca

Webmaster
| Categoria: Ambiente

Nel mondo per tre miliardi di persone il pesce rappresenta la fonte primaria di proteine,  mentre circa 800 milioni vedono direttamente collegata alla  pesca la propria sopravvivenza e il loro reddito.

Negli ultimi 50 anni il consumo di pesce nel mondo è raddoppiato, ma nello stesso periodo di tempo gli stock ittici mondiali utilizzati per la sussistenza locale o l’uso commerciale si sono dimezzati.

Oggi risulta sovrasfruttato il 29% degli stock globali di pesce ed è già pienamente sfruttato il 61%.

“Non possiamo più permetterci il lusso dell’indifferenza, soprattutto in tempi di crescita della popolazione mondiale e di aumento della domanda di pesce – sostiene Marco Costantini responsabile mare WWF Italia. Dobbiamo consumare pesce in maniera consapevole; adottare e promuovere il consumo sostenibile di pesce. Solo decisioni di acquisto responsabili assicureranno che i pesci possano rimanere una fonte di cibo, di reddito e quindi di economia anche in futuro.”

Attualmente l’Unione Europea è la più grande importatrice al mondo di prodotti ittici e la metà delle importazioni proviene dai Paesi in via di sviluppo. Per quanto riguarda il nostro Paese il consumo pro capite è di circa 25 kg all’anno, di cui 19 sono importati (il 40% dai Paesi in via di sviluppo).

 

 

Per saperne di più: 

Progetto europeo Fish Forward 

Report  Living Blu Planet WWF 

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags:

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*