parità di genere

Parità di genere: le donne muovono le montagne

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

La parità di genere è una priorità della Presidenza italiana del G7 che sarà ospitato a Taormina il 26 e il 27 maggio.
Negli ultimi decenni la parità di genere è stata sempre più riconosciuta internazionalmente come uno dei pilastri fondamentali per l’efficacia delle politiche di sviluppo ed è oggi obiettivo dell’Agenda 2030. I risultati ottenuti sino ad ora sono rilevanti in diversi settori: accesso all’istruzione e alle cure mediche, partecipazione al mondo del lavoro e alla rappresentanza nei processi decisionali. Tuttavia il cammino è ancora lungo e richiede molti sforzi per promuovere politiche che limitino le disparità, gli stereotipi, i pregiudizi e le violenze di genere a tutti i livelli: pubblico e privato, lavorativo e familiare.

Protagoniste del cambiamento

In occasione della Conferenza Internazionale “She Moves” – tenutasi a Roma il 4 maggio – Flavia Bustrao, Vicedirettore Generale dell’OMS per la Salute della Famiglia, delle Donne e dei Bambini, ha sostenuto che nei contesti di conflitto, emergenza e migrazione, sono le donne e le ragazze a subire le conseguenze più gravi in termini di salute, e ad essere particolarmente esposte ai rischi di marginalizzazione, di sfruttamento sessuale e violenza di genere. Nuovi progressi potranno essere ottenuti solo con il contributo e la leadership delle donne stesse. Come ha affermato l’onorevole Pia Locatelli, coordinatrice del gruppo parlamentare “Salute globale e diritti delle donne”, “le donne muovono le montagne.” Se le donne subiscono violenza, possono affrontarla essendo parte attiva nella lotta, diventando protagoniste del loro cambiamento. Ad alimentare il movimento è la convinzione che le donne hanno un enorme potenziale per cambiare il mondo.

[Silvia Cirillo]

 

 

Leggi anche

G7 di Taormina, l’agenda della società civile

Uguaglianza di genere

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*