Cargo

Navi cargo come velieri: sfrutteranno il vento (ma senza vele)

Webmaster
| Categoria: Energia

Non più solo velieri o barche da regata: anche le navi cargo saranno in grado di sfruttare l’energia del vento come “propellente” per il proprio movimento (ma senza vele!). Si chiama Vindskip ed è il futuro modello di navi cargo: lo sta sviluppando un gruppo di ricerca dell’azienda navale norvegese Lade As, in collaborazione con l’ente tedesco per la ricerca tecnologica Fraunhofer. Secondo i progetti, i primi modelli saranno varati all’inizio del 2019.

Fondamentale per la navigazione sarà la forma dello scafo, che costituirà la “vela” delle nuove navi cargo: la sua aerodinamica farà sì che le navi sfruttino al massimo l’energia del vento, soprattutto al largo dove soffia più forte. In particolare, la Lade As si è preoccupata che il design dello scafo sia concepito in modo che ogni nave possa muoversi anche in direzione opposta al vento e a una velocità di 18-19 nodi (pari a circa 35 km/h). I ricercatori della Fraunhofer si stanno concentrando, invece, sullo sviluppo di un software, basato su un algoritmo per la previsione meteorologica, che possa indicare, in base al vento, le migliori rotte di percorrenza.

Nelle zone meno ventose, i cargo “eolici” potranno muoversi per mezzo di un sistema di propulsione a gas naturale liquefatto, efficiente e molto più rispettoso dell’ambente rispetto al petrolio. Grazie a questo doppio sistema di alimentazione, il risparmio di combustibile delle navi Vindskip sarà del 40% rispetto alle normali navi cargo e consentirà di ridurre dell’80% le emissioni di anidride carbonica. L’innovazione sarà rivoluzionaria per l’industria navale e fondamentale in un’ottica ambientale, dato che il 90% del trasporto commerciale mondiale di beni è via mare.

Pierpaolo de Flego

News correlate:

Emissioni trasporto navale: la Commissione rompe gli indugi. In assenza di un accordo globale, l’Europa procederà da sola

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*