Marocco

Il Marocco sarà ancora più vicino: i nuovi progetti europei

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

«Il Marocco è un vicino di casa strategicamente indispensabile. Per secoli siamo stati legati attraverso il commercio, la cultura e i rapporti tra le persone». Lo ha dichiarato Johannes Hahn, il nuovo commissario europeo per l’allargamento e la politica di vicinato, durante il suo intervento a Rabat dello scorso 11 dicembre. Europa e Marocco sono da sempre vicinissimi: geograficamente, perché il braccio di mare che li divide (lo stretto di Gibilterra) è largo pochi chilometri, e politicamente, perché la collaborazione tra loro è sempre stata solida, soprattutto negli ultimi decenni. Un rapporto stretto, che nel prossimo futuro troverà linfa nuova, grazie a importanti progetti di sviluppo sostenibile comune.

L’impegno dell’Unione Europea in Marocco è concreto e consistente: un piano quadriennale (2014-2017) prevede un supporto finanziario, che ammonta a una cifra compresa tra i 728 milioni e gli 890 milioni di euro. In occasione della visita a Rabat, Hahn ha sottoscritto l’impegno finanziario europeo per tre importanti iniziative (che rientrano nel finanziamento totale): lo stanziamento di 92 milioni di euro per un progetto di miglioramento e modernizzazione del settore dell’istruzione; altri 9 milioni di euro per un programma atto ad aumentare la trasparenza dei finanziamenti pubblici nazionali; il supporto economico alla centrale solare Noor 2 Solar e al parco eolico Eolien Wind Energy, con rispettivamente 40 e 15 milioni di euro.

In generale, la lista di progetti in Marocco che vede coinvolti finanziamenti europei è lunga e riguarda più settori: soprattutto la pesca, la formazione, la sanità e le energie rinnovabili. L’obiettivo è lo sviluppo del Paese in nome della sostenibilità e la creazione di nuovi posti di lavoro. Inoltre, Marocco ed Europa si stanno impegnando sul fronte dell’immigrazione, con politiche di integrazione e per il rispetto dei diritti umani.

Pierpaolo de Flego

News correlate:

Cooperazione sostenibile: accordo UE – Marocco sulla pesca

Il Marocco accelera sulle rinnovabili: l’obiettivo è coprire il 42% dei consumi elettrici entro il 2020

L’agricoltura è la chiave per arginare le migrazioni nel Mediterraneo

L’unione fa la forza: anche per la sicurezza alimentare. Una nuova collaborazione tra Europa e Africa è prevista per il 2014

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*