educazione e cultura

Educazione e cultura: che nessuno resti indietro!

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

In occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile che si svolgerà dal 22 maggio al 7 giugno si parlerà anche di educazione e cultura.
Il Festival, promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che riunisce oltre 160 organizzazioni del mondo economico e sociale, è dedicato al contrasto di tutte le forme di disuguaglianza, in linea con gli obiettivi di istruzione, formazione di qualità, educazione e cultura dell’Agenda Onu 2030, formulata a livello globale per tutti i Paesi membri delle Nazioni Unite.
A livello mondiale, sicuramente sono migliorati il livello base di alfabetizzazione e la possibilità di accesso all’istruzione a tutti i livelli, soprattutto per donne e ragazze. Tuttavia siamo ancora molto lontani dal raggiungimento degli obiettivi per l’istruzione universale.

Un’istruzione equa, inclusiva e di qualità

Questo genere di problemi si pone anche nei Paesi sviluppati, dove una istruzione/educazione si può considerare equa e inclusiva se vengono eliminati i fattori di esclusione individuale e sociale: il fatto di essere affetti da disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento, il fatto di essere di origine immigrata, di classe sociale bassa o provenienti da famiglie con situazioni problematiche.
Anche in Italia, che pure è uno dei paesi più avanzati al mondo sul piano dell’istruzione, siamo ancora lontani da una situazione ideale. Per esempio ci sono ancora svantaggi legati alla classe sociale, all’area territoriale di appartenenza o al fatto di vivere in aree centrali o periferiche della stessa città. Non a caso il Festival dello Sviluppo Sostenibile comincerà a Napoli con il convegno “Italia 2030: che nessuno resti indietro!”

[Silvia Cirillo]

 

 

Leggi anche

Festival dello Sviluppo Sostenibile:già oltre 200 eventi in programma

 

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*