Corse e dribbling per illuminare il campo da calcio

Webmaster
| Categoria: Innovazione

Il Brasile:  Paese del samba, del carnevale e, ovviamente, del calcio. E da alcuni giorni, in un campo di Rio de Janeiro, il calcio è diventato anche simbolo di innovazione sostenibile. La novità risiede nell’impianto di illuminazione: i riflettori si alimentano grazie al movimento dei giocatori. Il progetto è stato ideato dalla Pavegen, un’azienda inglese che si occupa di innovazioni nell’ambito dell’energia pulita.

Il campo da calcio è situato nella favela di Mineira. Il terreno di gioco poggia su una particolare pavimentazione, formata da 200 piastrelle. Ogni piastrella è impermeabile, è composta per l’80% da materiale riciclato e ha un dispositivo sensibile all’energia cinetica generata dal movimento dei giocatori sul campo. L’energia cinetica viene immagazzinata in una batteria e utilizzata per alimentare i riflettori.

Oltre che dall’energia trasmessa dal movimento dei giocatori, parte dell’illuminazione viene alimentata dall’azione di pannelli solari, sistemati sul tetto di una scuola di samba limitrofa all’impianto calcistico, che riforniscono la batteria per 10 ore durante il giorno.

L’inaugurazione è avvenuta lo scorso 10 settembre; a presenziarla il fuoriclasse del calcio brasiliano Pelé, che si è detto molto soddisfatto dell’iniziativa: «Il mondo intero era solito guardare il Brasile come un Paese noto per il calcio. Spero che ora, grazie a progetti come questo, lo veda anche come un Paese importante per il progresso scientifico».

Un problema del progetto è l’aspetto economico. Attualmente il costo del noleggio del campo è abbastanza alto: troppo per la maggior parte della popolazione della favela. Così, l’impianto rimane spesso inutilizzato. Gli sviluppatori del progetto hanno promesso che il prossimo passo sarà riuscire ad abbassare i prezzi, in modo da rendere accessibile il campo a tutta la comunità.

[Pierpaolo de Flego]

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*