Calcio

Calcio africano e Fao insieme per sconfiggere la fame

Webmaster
| Categoria: Sviluppo sostenibile

Non solo un semplice sport: il calcio è sempre di più un fenomeno globale. Per questo, la Fao ha scelto la coppa d’Africa di calcio per sensibilizzare la popolazione mondiale e in primis africana sulla fame, un problema che ancora affligge 223 milioni di persone solo nell’Africa sub-sahariana.

L’iniziativa s’intitola “Il calcio africano contro la fame” e vede coinvolta, oltre alla Fao, la Federazione africana calcio (Caf). Nell’ambito del progetto è stato girato un video, trasmesso durante tutte le partite in televisione della coppa d’Africa, che quest’anno si tiene in Guinea Equatoriale: in un cantiere abbandonato un giocatore africano in maglia bianca dribbla un avversario invisibile, che si manifesta solo come una nuvola di polvere, poi calcia il pallone e segna in una porta. La nuvola di polvere rappresenta la fame: il messaggio del video è che è il problema si può sconfiggere.

Oltre che per l’enorme impatto mediatico, la Fao ha scelto il mondo del calcio anche per la sua capacità di comunicare in modo semplice e diretto alcuni valori fondamentali. Innanzitutto, l’importanza della buona nutrizione: un grande calciatore ha bisogno di un’alimentazione sana per poter rendere al meglio in campo. Inoltre, l’importanza del gruppo: come una partita di calcio si vince giocando insieme, anche nella sfida alla fame i Paesi africani devono unirsi per vincerla.

Proprio a questo merito, la campagna sottolinea anche l’impegno preso negli ultimi anni dai Paesi africani: l’obiettivo è l’eliminazione totale della fame cronica entro il 2025. Un passo importante è stato fatto con l’istituzione nel 2013 del Fondo fiduciario africano di solidarietà, che finora ha raccolto più di 35 milioni di euro e finanziato progetti in 30 Paesi africani. Questi progetti sono finalizzati allo sradicamento della fame, grazie alla crescita delle opportunità di lavoro (soprattutto per i giovani), al rafforzamento dei mezzi di sussistenza durante i periodi di crisi, al miglioramento della gestione delle risorse naturali, agli investimenti per lo sviluppo agricolo e al sostegno della produzione alimentare sostenibile.

Pierpaolo de Flego

News correlate:

Nella partita contro l’ebola il calcio schiera i fuoriclasse

Corse e dribbling per illuminare il campo da calcio: il fair play della sostenibilità si gioca nelle favelas di Rio

Goal e sostenibilità: lo stadio di Recife illuminerà le partite dei mondiali anche grazie a un nuovo impianto a pannelli solari

Facebookgoogle_plusFacebookgoogle_plus

twitterlinkedinmailtwitterlinkedinmail

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

*